Qualsiasi intervento chirurgico è un evento stressante per l’organismo. C’è quindi bisogno di un periodo di riposo prima di tornare alle normali attività quotidiane.

E’ bene anche curare l’alimentazione, facendo attenzione a scegliere cibi che con le loro proprietà possano svolgere un ruolo a sostegno di questa ripresa. Non è possibile generalizzare un tipo unico di dieta per i diversi tipi di interventi chirurgici a cui si può essere sottoposti, ma ci sono alcuni semplici accorgimenti a cui prestare attenzione per riprendersi presto e bene.

Ecco i nostri 10 consigli:

1. Riposo: nelle 48 ore successive all’intervento di blefaroplastica è bene rimanere a riposo con la testa leggermente sollevata. Fate le cose con calma, approfittate di questi giorni per rilassarvi e riprendervi fisicamente.

2. Bere molta acqua: per recuperare i liquidi eventualmente persi e mantenere il corpo idratato.

3. Gusto e varietà nelle pietanze: arricchite i vostri piatti con colore e gusto. Spesso dopo un intervento chirurgico l’appetito diminuisce. Cucinare pietanze invitanti aiuta a far tornare la fame e a non sentirsi malati, oltre a nutrire l’organismo, che ora più che mai ha bisogno di energie per riprendersi. Un piccolo suggerimento: aggiungete qualche spezia, come curcuma, zenzero, salvia, rosmarino o origano. Darete subito sapore e colore al vostro piatto, oltre che arricchirlo di altre proprietà benefiche.

4. Scegliere cibi facilmente digeribili: evitare cibi troppo calorici, grassi, zuccheri e sale e preferire vitamine, minerali, antiossidanti e fibre. Evitare l’alcool, le bevande gassate e le fritture.

5. Antiossidanti: molti cibi possiedono naturalmente sostanze antiossidanti in grado di contrastare lo stress ossidativo e l’infiammazione, che spesso aumentano dopo un intervento. Un buon modo di distinguerli è quello di classificare frutta e verdura per colore: spesso infatti gli antiossidanti sono anche i diretti responsabili della colorazione dei vegetali.
Troviamo quindi:
– Alimenti rosso-arancio, i cui antiossidanti sono importanti per la vista e la pelle: zucca, carote, pomodori, peperoni, agrumi, melograno, pesche, melone, albicocche…
– Alimenti blu-viola, importanti per il tratto urinario, la vista e la buona circolazione. Uva rossa, mirtilli e frutti di bosco, ravanelli, radicchio, prugna selvatica, melanzane…
– Alimenti verdi, fonte di magnesio e acido folico, con effetto positivo su ossa e denti. Asparagi, broccoli, cavolfiore, spinaci, kiwi…

6. Stagionalità: preferire sempre frutta e verdura di stagione, è sicuramente più gustosa e ricca in sostanze nutritive.

7. Metodo di cottura: per mantenere intatte le sostanze antiossidanti è bene prediligere metodi di cottura meno aggressivi come la cottura a vapore. Evitare l’eccessiva esposizione degli alimenti all’aria e alla luce, la vitamina C, ad esempio, viene rapidamente distrutta dall’esposizione al sole o dalla cottura. Evitare di bruciare i cibi.

8. Cereali integrali e legumi: se consumati assieme sono un ottimo piatto completo. I cereali integrali sono ricchi di fibre, fondamentali per regolare la digestione. La crusca e il germe, infatti, contengono sostanze nutritive importanti, che vanno perdute con la raffinazione. La buccia dei legumi è ricca di polifenoli e saponine, preziosi alleati contro i radicali liberi.

9. Meglio il pesce della carne: soprattutto il pesce azzurro, ricco di due acidi grassi essenziali omega-3: EPA e DHA. Evitare la carne rossa soprattutto se trattata o piena di ormoni e conservanti.

10. Oli vegetali crudi: l’olio extra vergine d’oliva è da preferire ai grassi animali.

Se fate attenzione a questi piccoli accorgimenti e vi curate di voi per il periodo della conv