10 CONSIGLI PRATICI PER LA RIPRESA DOPO UN INTERVENTO

///10 CONSIGLI PRATICI PER LA RIPRESA DOPO UN INTERVENTO

10 CONSIGLI PRATICI PER LA RIPRESA DOPO UN INTERVENTO

Qualsiasi intervento chirurgico è un evento stressante per l’organismo. C’è quindi bisogno di un periodo di riposo prima di tornare alle normali attività quotidiane.

E’ bene anche curare l’alimentazione, facendo attenzione a scegliere cibi che con le loro proprietà possano svolgere un ruolo a sostegno di questa ripresa. Non è possibile generalizzare un tipo unico di dieta per i diversi tipi di interventi chirurgici a cui si può essere sottoposti, ma ci sono alcuni semplici accorgimenti a cui prestare attenzione per riprendersi presto e bene.

Ecco i nostri 10 consigli:

1. Riposo: nelle 48 ore successive all’intervento di blefaroplastica è bene rimanere a riposo con la testa leggermente sollevata. Fate le cose con calma, approfittate di questi giorni per rilassarvi e riprendervi fisicamente.

2. Bere molta acqua: per recuperare i liquidi eventualmente persi e mantenere il corpo idratato.

3. Gusto e varietà nelle pietanze: arricchite i vostri piatti con colore e gusto. Spesso dopo un intervento chirurgico l’appetito diminuisce. Cucinare pietanze invitanti aiuta a far tornare la fame e a non sentirsi malati, oltre a nutrire l’organismo, che ora più che mai ha bisogno di energie per riprendersi. Un piccolo suggerimento: aggiungete qualche spezia, come curcuma, zenzero, salvia, rosmarino o origano. Darete subito sapore e colore al vostro piatto, oltre che arricchirlo di altre proprietà benefiche.

4. Scegliere cibi facilmente digeribili: evitare cibi troppo calorici, grassi, zuccheri e sale e preferire vitamine, minerali, antiossidanti e fibre. Evitare l’alcool, le bevande gassate e le fritture.

5. Antiossidanti: molti cibi possiedono naturalmente sostanze antiossidanti in grado di contrastare lo stress ossidativo e l’infiammazione, che spesso aumentano dopo un intervento. Un buon modo di distinguerli è quello di classificare frutta e verdura per colore: spesso infatti gli antiossidanti sono anche i diretti responsabili della colorazione dei vegetali.
Troviamo quindi:
– Alimenti rosso-arancio, i cui antiossidanti sono importanti per la vista e la pelle: zucca, carote, pomodori, peperoni, agrumi, melograno, pesche, melone, albicocche…
– Alimenti blu-viola, importanti per il tratto urinario, la vista e la buona circolazione. Uva rossa, mirtilli e frutti di bosco, ravanelli, radicchio, prugna selvatica, melanzane…
– Alimenti verdi, fonte di magnesio e acido folico, con effetto positivo su ossa e denti. Asparagi, broccoli, cavolfiore, spinaci, kiwi…

6. Stagionalità: preferire sempre frutta e verdura di stagione, è sicuramente più gustosa e ricca in sostanze nutritive.

7. Metodo di cottura: per mantenere intatte le sostanze antiossidanti è bene prediligere metodi di cottura meno aggressivi come la cottura a vapore. Evitare l’eccessiva esposizione degli alimenti all’aria e alla luce, la vitamina C, ad esempio, viene rapidamente distrutta dall’esposizione al sole o dalla cottura. Evitare di bruciare i cibi.

8. Cereali integrali e legumi: se consumati assieme sono un ottimo piatto completo. I cereali integrali sono ricchi di fibre, fondamentali per regolare la digestione. La crusca e il germe, infatti, contengono sostanze nutritive importanti, che vanno perdute con la raffinazione. La buccia dei legumi è ricca di polifenoli e saponine, preziosi alleati contro i radicali liberi.

9. Meglio il pesce della carne: soprattutto il pesce azzurro, ricco di due acidi grassi essenziali omega-3: EPA e DHA. Evitare la carne rossa soprattutto se trattata o piena di ormoni e conservanti.

10. Oli vegetali crudi: l’olio extra vergine d’oliva è da preferire ai grassi animali.

Se fate attenzione a questi piccoli accorgimenti e vi curate di voi per il periodo della convalescenza vedrete una progressiva ripresa e in breve tempo vi sentirete meglio di prima.
Buona guarigione!

2019-06-24T16:29:51+02:00
Le informazioni, immagini, descrizioni e quanto altro riportato nel sito relativi a dispositivi medici non sono di natura pubblicitaria ma materiale informativo rivolto esclusivamente a Professionisti dell’area sanitaria. Pertanto proseguendo nella navigazione l’utente dichiara di essere un Professionista dell’area sanitaria. Riferimento:Ministero della Salute – “Nuove linee guida della pubblicità sanitaria concernente i dispositivi medici, dispositivi medico-diagnostici in vitro e presidi medico-chirurgici” del 28 Marzo 2013; Aggiornamento delle “Linee guida in merito all’utilizzo di nuovi mezzi di diffusione della pubblicità sanitaria” del 17 Febbraio 2010

Welcome to Eye Pharma

To check out products designed specifically for your country,

please visit the United State website.

Take me there

Visit the EU site