///LO STRESS OSSIDATIVO: UN CIRCOLO CONTINUO DI VARIABILI

LO STRESS OSSIDATIVO: UN CIRCOLO CONTINUO DI VARIABILI

La vita quotidiana e le diverse attività lavorative possono influire sul benessere dell’organismo ed in particolare sulle capacità visive e sulla salute degli occhi.

I continui cambiamenti di luce, i raggi uv dannosi, l’esposizione prolungata alla luce blu dei supporti elettronici come pc, tablet e smartphone possono condurre a stati di affaticamento oculare. Anche l’invecchiamento influisce sul benessere della vista, provocando l’ossidazione delle proteine del cristallino e causando la perdita della sua naturale trasparenza.

Il protrarsi di queste condizioni dannose per la vista e per i tessuti retinici provoca una condizione di stress ossidativo, capace di aggravarsi con il tempo e di diventare cronico.

E lo stress ossidativo cronico comporta, come suo effetto immediato, la lipoperossidazione: è la degradazione ossidativa dei lipidi ed è capace di provocare danni a livello cellulare, causati dall’interazione tra i radicali liberi e i lipidi della membrana cellulare.

In questo quadro, i tessuti retinici sottoposti ad uno stress ossidativo perdono la capacità di bilanciare radicali liberi e difese antiossidanti.

Intervenire per combattere e fermare l’avanzamento dello stress ossidativo è un’azione necessaria per la salute della vista, per ridurre la lipoperossidazione e per contrastare questa degenerazione dei tessuti retinici.

Occorre quindi agire direttamente sull’ossigenazione, sulla fluidità e sul miglioramento della microcircolazione.

Apportando le giuste e più complete difese.

2019-05-02T16:43:49+01:00
Le informazioni, immagini, descrizioni e quanto altro riportato nel sito relativi a dispositivi medici non sono di natura pubblicitaria ma materiale informativo rivolto esclusivamente a Professionisti dell’area sanitaria. Pertanto proseguendo nella navigazione l’utente dichiara di essere un Professionista dell’area sanitaria. Riferimento:Ministero della Salute – “Nuove linee guida della pubblicità sanitaria concernente i dispositivi medici, dispositivi medico-diagnostici in vitro e presidi medico-chirurgici” del 28 Marzo 2013; Aggiornamento delle “Linee guida in merito all’utilizzo di nuovi mezzi di diffusione della pubblicità sanitaria” del 17 Febbraio 2010