RETINOPATIA DIABETICA 2017-09-15T17:44:43+00:00

RICERCA SCIENTIFICA

Retinopatia Diabetica

DI COSA SI TRATTA E COME RICONOSCERLA

E’ la più importante complicanza oculare del diabete.

Si manifesta spesso con una visione alterata e delle zone di discontinuità nel campo visivo, causando una “visione a chiazze” con perdita della nitidezza e sensibilità alla luce.

I principali fattori di rischio associati alla comparsa più precoce e ad un’evoluzione più rapida della retinopatia diabetica sono: la durata del diabete, il cattivo controllo glicemico e l’eventuale ipertensione arteriosa concomitante.

Esistono due forme:
NON PROLIFERANTE, più precoce e meno grave, in cui l’iperglicemia danneggia la struttura dei vasi sanguigni predisponendo alla formazione di microaneurismi, microemorragie, ed anomalie del calibro vascolare retinico (IRMA).
Tali anomalie, possono portare al passaggio, attraverso le pareti danneggiate dei vasi stessi, di alcune componenti del sangue (alla base dei fenomeni edematosi ed essudativi) o a ridotta perfusione del tessuto retinico fino ad arrivare ad una completa ischemia, che si manifesta inizialmente con la presenza di noduli cotonosi.
PROLIFERANTE, avanzata, in cui l’occlusione dei capillari retinici e la conseguente formazione di aree retiniche ischemiche sono lo stimolo per la formazione di neovasi retinici, che caratterizzano la forma proliferante. Questi vasi sanguigni neoformati, non possedendo una struttura adeguata, possono rompersi facilmente, con il rischio del verificarsi di emorragie pre-retiniche ed endovitreali e distacchi retinici secondari. Le più efficaci armi per ridurre la frequenza di comparsa o di aggravamento della malattia rimangono sicuramente l’accurata prevenzione ed un rigoroso compenso metabolico.

IL CONSIGLIO

PRODOTTO CONSIGLIATO

SHOP
TUTTI I PRODOTTI
AREE DI STUDIO
RUBRICHE SALUTE