SINDROME DELL’OCCHIO SECCO O DISFUNZIONE DEL FILM LACRIMALE 2017-09-15T17:45:19+00:00

RICERCA SCIENTIFICA

Sindrome dell'Occhio Secco o Disfunzione del Film Lacrimale

DI COSA SI TRATTA E COME RICONOSCERLA

Malattia multifattoriale delle lacrime e della superficie oculare che induce sintomi di discomfort e di alterazioni visive ed instabilità lacrimale, con potenziale danno alla superficie dell’occhio.

L’OCCHIO SECCO è accompagnato da una condizione di iperosmolarità del film lacrimale e da infiammazione a carico della superficie oculare.

Da un punto di vista anatomo-fisiologico, affinché la superficie dell’occhio resti integra è necessario che:
– sia presente un normale quantitativo di liquido lacrimale;
– la composizione del liquido lacrimale sia normale;
– l’ammiccamento sia regolare in modo da distribuire regolarmente il liquido lacrimale e pulire l’occhio.

Le lacrime sono pertanto importantissime per mantenere l’occhio in buona salute; oltre a svolgere un effetto antibatterico, lubrificano la superficie oculare e servono ad allontanare dall’occhio eventuali corpi estranei.

La mancata produzione di lacrime può portare alla comparsa della sindrome dell’occhio secco e, nel tempo, alla lesione della cornea. Il problema centrale legato alla disfunzione del film lacrimale è la perdita di acqua, la cui osmolarità aumenta oltre al limite normale di 310 mOsm/L in quanto si assiste alla concentrazione di soluti quali il sodio ed il potassio.

I sintomi più comuni che si avvertono sono la sensazione di corpo estraneo (sabbia nell’occhio), l’arrossamento dovuto alla irritazione, palpebre pesanti, bruciore, a volte prurito e diminuzione della vista.

Diversi fattori quali l’inquinamento atmosferico ed ambientale, la presenza di allergeni (ovvero di sostanze potenzialmente irritanti per la superficie oculare) e l’uso prolungato delle lenti a contatto possono provocare una diminuzione della produzione delle lacrime.

D’altro canto, condizioni ambientali quali l’uso dell’aria condizionata in macchina, a casa, in ufficio, il clima molto caldo, il vento, possono portare all’aumento dell’evaporazione delle lacrime che è proporzionale all’area della superficie palpebrale. In queste condizioni la risposta dell’occhio consiste in un aumento della produzione del liquido lacrimale per compensare la perdita, ma se lo stimolo persiste è possibile che questa compensazione diventi insufficiente con conseguente comparsa di sofferenza per l’occhio.

Inoltre, situazioni come l’utilizzo prolungato del videoterminale o la guida prolungata (diverse ore) determinano in genere una diminuzione della frequenza di ammiccamento. Ciò induce l’evaporazione della fase acquosa del liquido lacrimale e fa sì che si concentrino i sali con possibile comparsa di bruciore o rossore.

Il problema della secchezza oculare si può presentare anche nei portatori di lenti a contatto, soprattutto in caso di uso prolungato. A volte, gli stessi prodotti per la pulizia, o le sostanze che si depositano sulla superficie delle lenti morbide, possono provocare la comparsa di arrossamenti ed irritazioni.

In molti casi, e soprattutto in presenza di una condizione di occhio secco non patologico (situazione scaturita a causa di una diminuzione della secrezione lacrimale oppure di un aumento della evaporazione), è necessario ricorrere all’uso di lacrime artificiali. In linea generale, la somministrazione di preparati che fungono da lacrime artificiali andrebbe effettuata ad intervalli regolari e non solo quando si comincia ad avvertire la sensazione di fastidio.

I dati epidemiologici disponibili evidenziano che la sindrome dell’occhio secco (o “dry eye”, come viene comunemente chiamata) è una malattia molto diffusa nel mondo.

I principali obiettivi del trattamento dei pazienti con occhio secco sono quelli di migliorare il comfort oculare del paziente e la qualità della vita e di ristabilire il normale equilibrio omeostatico della superficie oculare e del film lacrimale. Sebbene i sintomi possano essere raramente eliminati, possono spesso essere migliorati, con un conseguente miglioramento della qualità della vita.

IL CONSIGLIO

APPROFONDIMENTI

Per prevenire lo stress visivo leggi i nostri consigli.

PRODOTTO CONSIGLIATO

CARATTERISTICHE
ACQUISTA
SHOP
TUTTI I PRODOTTI
AREE DI STUDIO
RUBRICHE SALUTE